Vertigini
Neurobase.it
Tumori testa-collo
Xagena Mappa

Ictus ischemico acuto non-grave o attacco ischemico transitorio di origine aterosclerotica: Ticagrelor aggiunto all'Aspirina rispetto alla sola Aspirina


Tra i pazienti con attacco ischemico transitorio ( TIA ) o ictus ischemico minore, quelli con stenosi ipsilaterale di natura aterosclerotica del sistema vascolare cranio-cervicale presentano un rischio più elevato di eventi vascolari ricorrenti.

Nello studio in doppio cieco THALES ( The Acute Stroke or Transient Ischemic Attack Treated With Ticagrelor and ASA for Prevention of Stroke and Death ), i pazienti con un ictus ischemico non-cardioembolico, non-grave o un attacco ischemico transitorio ad alto rischio sono stati assegnati in modo random a Ticagrelor [ Brilique ] ( dose di carico di 180 mg il giorno 1 seguita da 90 mg due volte al giorno per i giorni 2-30 ) oppure a placebo aggiunti all'Aspirina [ Acido Acetilsalicilico; ASA ] ( 300-325 mg il giorno 1 seguiti da 75-100 mg al giorno per i giorni 2-30 ) entro 24 ore dall'insorgenza dei sintomi.

E' stata riportata una analisi prespecificata nei pazienti con e senza stenosi ipsilaterale di natura aterosclerotica, maggiore o uguale al 30%, del sistema vascolare cranio-cervicale.

L'endpoint primario era il tempo al verificarsi di ictus o morte entro 30 giorni.

Tra 11.016 pazienti randomizzati, 2.351 ( 21.3% ) presentavano una stenosi ipsilaterale di natura aterosclerotica.

Dopo 30 giorni, un endpoint primario si è verificato in 92 su 1136 ( 8.1% ) pazienti con stenosi omolaterale randomizzati a Ticagrelor e in 132 su 1215 ( 10.9% ) randomizzati a placebo ( hazard ratio, HR = 0.73 [ IC 95%, 0.56-0.96 ], P = 0.023 ) risultante in un numero necessario da trattare [ NNT ] di 34 ( IC 95%, 19-171 ).

Nei pazienti senza stenosi ipsilaterale, il tasso di eventi corrispondente era 211 su 4387 ( 4.8% ) e 230 su 4278 ( 5.4% ), rispettivamente ( HR = 0.89 [ IC 95%, 0.74-1.08 ]; P = 0.23; P per interazione = 0.245 ).

Grave sanguinamento si è verificato in 4 ( 0.4% ) e in 3 ( 0.2% ) pazienti con stenosi ipsilaterale di natura aterosclerotica in terapia con Ticagrelor e placebo, rispettivamente ( P = NS ), e in 24 ( 0.5% ) e 4 ( 0.1% ), rispettivamente, in 8665 pazienti senza stenosi ipsilaterale ( HR = 5.87 [ IC 95%, 2.04-16.9 ], P = 0.001 ).

In questa analisi esplorativa che ha confrontato Ticagrelor aggiunto ad Aspirina alla sola Aspirina, i ricercatori hanno identificato un rischio assoluto più elevato e una riduzione del rischio assoluto maggiore di ictus o morte a 30 giorni nei pazienti con stenosi ipsilaterale di natura aterosclerotica che in quelli senza.
In questa popolazione facilmente identificabile, Ticagrelor aggiunto all'Aspirina ha fornito un beneficio clinicamente significativo con un numero NNT di 34 ( IC 95%, 19-171 ). ( Xagena2020 )

Fonte: Stroke, 2020

Neuro2020 Farma2020


Indietro